GESU’ DI NAZARET, uomo come noi? – il nuovo libro di Roger Lenaers sj

Uscita novembre 2017 – Dopo OLTRE LE RELIGIONI, il nuovo libro di

Roger Lenaers sj

GESU’ DI NAZARET
Uomo come noi?

Prefazione di Ferdinando Sudati

pagine previste 144 – prezzo previsto euro 15 – ISBN 978-88-6099-351-9

Il nuovo libro del gesuita Roger Lenaers in poche decine di pagine offre una brillante presentazione di Gesù alla luce delle più aggiornate ricerche storico-critiche e una visione della sua figura profondamente rinnovata e quindi che si discosta alquanto da quella tradizionale. Se la scienza ci sta facendo cambiare il modo d’intendere e di parlare di Dio, non è pensabile che ciò non debba avere un corrispettivo nel modo d’intendere Gesù Cristo. “Il Gesù” di Lenaers va, quantomeno, in questa direzione, senza ovviamente esonerare nessuno che ne abbia titolo e capacità, o anche solo desiderio e buona volontà, dall’offrire il proprio contributo.

ROGER LENAERS, nato nel 1925 a Ostenda (Belgio), teologo e parroco nel Tirolo austriaco, è entrato nell’Ordine dei Gesuiti nel 1942. Il suo particolare interesse mira alle domande fatte alla fede, ispirate dalla modernità e dalla secolarizzazione. Vasta eco a livello mondiale ha suscitato la pubblicazione di due considerevoli saggi (in italiano “Il sogno di Nabucodonosor o la fine di una Chiesa medievale”, Massari 2009 e “Benché Dio non stia nell’alto dei cieli” un seguito a “Il sogno di Nabucodonosor”, Massari 2012) sullo scontro fra la modernità e l’immagine tradizionale della fede, arrivando a riconciliarle mediante una innovata proposta di riformulazione della fede cattolica per i credenti secolarizzati del XXI secolo.

Dalla Prefazione di Ferdinando Sudati

“Ci troviamo a vivere – e qui forse risaliamo alla madre di tutte le crisi – in un nuovo paradigma culturale: lo si chiami moderno o postmoderno, esso sta a indicare che siamo usciti dall’età arcaica e che la fase premoderna dell’umanità è ormai alle nostre spalle, senza più alcuna realistica possibilità di ritorno al passato. A questo punto, diventa tassativo cercare di proporre la fede secondo le coordinate del nuovo schema culturale. Alla fine, pur con le sofferenze che comporta, questa si rivelerà anche un’opportunità di rinnovamento e quindi di crescita, non necessariamente quantitativa – tutte le religioni sono più o meno in perdita -, ma di sicuro sul piano della qualità.

Roger Lenaers: onesto di fronte a Gesù
È in tale contesto che va collocata la presente opera di Roger Lenaers, dove lo studioso e uomo di Chiesa, dall’osservatorio privilegiato consentitogli da lunga consuetudine di studi, esperienza di vita e veneranda età, può permettersi di parlare con totale sincerità, senza ricorrere a qualche furbesco espediente. E parla di Gesù di Nazaret formulando già dal titolo l’interrogativo più serio, e perfino inquietante, che un credente possa sentir risuonare a suo riguardo: quello sulla sua divinità. Ne parla a partire dalla mentalità moderna, per vedere se e come la figura di Gesù può rimanere attuale per il l’uomo d’oggi.
Non è al suo primo tentativo, sebbene abbia scoperto tardivamente – e fortunatamente, si direbbe – la sua vocazione teologica. Ha al suo attivo almeno due opere di grande impatto e stimolo per il mondo cristiano, però qui affronta la sfida più impegnativa. È bene, in ogni caso, che quest’opera di Lenaers venga letta in continuità con le due precedenti.[1] «Il Gesù che torna uomo», è la definizione, un po’ giornalistica ma corretta, coniata per il libro di un biblista italiano, da pochi anni scomparso (Ortensio da Spinetoli, ndr). Ho pensato che lo stesso si potrebbe dire dell’opera di Roger Lenaers che viene qui pubblicata.
[1] R. Lenaers, Il sogno di Nabucodonosor o la fine di una Chiesa medievale, Massari, Bolsena 2009; Benché Dio non stia nell’alto dei cieli. Un seguito a Il sogno di Nabucodonosor, Massari, Bolsena 2012.”

INDICE DELL’OPERA

La figura di Gesù nella letteratura storico-critica moderna

Dal premoderno al moderno o dalla religione all’ateismo

L’origine del fenomeno religione

Miti e mitologia

La Chiesa sulla difensiva

Che futuro ha l’amalgama “cristianesimo” o “Chiesa”?

In sintesi

Nato da donna

La mitologia nei racconti della nascita

Usi e abusi dell’Antico Testamento

Il carattere antistorico dei due racconti della nascita

Gesù di Nazaret, (il/un) figlio di Dio

I problemi sorti con la professione di fede di Nicea

Lex orandi, lex credendi

Dal battesimo alla morte

Gesù esorcista

Gesù guaritore

I miracoli “naturali” nei sinottici

La simbologia del Vangelo di Giovanni

Gli “io sono” in Giovanni

Riconsiderando l’attività di Gesù

I discorsi di Gesù nei Vangeli sinottici

Crocifisso sotto Ponzio Pilato, morto e sepolto

Addio al peccato e alla riconciliazione

Ritorno al credo

Il carattere antistorico della passione giovannea

Questioni attinenti ai racconti della passione dei Vangeli sinottici

Le fonti veterotestamentarie

La sepoltura di Gesù

Risorto il terzo giorno

Perché lasciarsi alle spalle i concetti della tradizione?

Le comunicazioni dirette

Il “vedere” a cui si richiama Paolo

I racconti delle apparizioni e il “Santo Sepolcro”

Un’analisi critica della concezione marciana

Il vero fondamento della nostra fede nella risurrezione

Considerazioni conclusive

Una critica al Gesù socio-politico

La “risurrezione” di Gesù come risposta decisiva

“Redenzione” e “risurrezione dei morti” tradotti in termini moderni

Gesù di Nazaret, un uomo come noi?

… ma non solo un uomo come noi

Recommended Posts