Hans-Peter Durr, Per una nuova relazione tra scienza e religione

 

Sabato 24 ottobre 2015, ore 17

Firenze, Libreria Claudiana – Borgo Ognissanti 14/R

Il Centro Culturale Protestante “P.M. Vermigli” e la Libreria Claudiana di Firenze

invitano alla presentazione-dibattito sul libro

ANCHE LA SCIENZA PARLA SOLTANTO PER METAFORE
LA NUOVA RELAZIONE FRA RELIGIONE E SCIENZA

di Hans-Peter Dürr (Gabrielli editori 2015)

Interverranno:

Emanuele Angeleri (traduttore e curatore dell’edizione italiana), fisico, già docente presso l’Università di Milano

Valdo Pasqui, coordinatore tecnico del SIAF – Sistema Informatico dell’Ateneo Fiorentino

Marco Ricca, già primario medico nell’Ospedale S. Giovanni di Dio di Firenze e libero docente universitario

Letizia Tomassone (moderatrice), teologa, docente alla Facoltà Valdese di Teologia di Roma

Michele Turrisi, redattore del “Giornale di Filosofia della Religione”

Anche la scienza parla per metafore

Nemiche storiche, scienza e religione continuano a essere rappresentate come due vie alternative per l’uomo nella sua avventura conoscitiva. Ma oggi andrebbe superata la tradizionale contrapposizione dei due specifici punti di vista sulla realtà, quello sperimentale e quello spirituale: nuovi rapporti sono possibili alla luce delle rivoluzionarie acquisizioni della fisica moderna (a partire dalla teoria dei quanti). La nuova prospettiva quantistico-filosofica offre ponti di plausibilità ad una moderna religiosità che accoglie una visione olistica del reale e contempla la problematica ecologica.

 

 

HANS-PETER DÜRR (1929 – 2014), fisico quantistico, professore emerito all’Università di Monaco di Baviera, dove ha diretto per diversi anni l’Istituto Max Planck. È stato allievo collaboratore e amico di Werner Heisenberg. Dottore in Filosofia honoris causa, membro del gruppo internazionale Pugwash (Nobel per la Pace 1995), nel 1987 gli è stato conferito il premio Nobel Alternativo.

 

 

Recommended Posts