Il Palazzo dei baci rubati

uscita 2 febbraio 2018

Paolo Bertezzolo – Laura Rozza Giuntella

IL PALAZZO DEI BACI RUBATI
Un omicidio e altri misfatti a Montecitorio

prefazione di Marco Damilano

pagine 224, f.to cm 14 x 21, ISBN 978-88-6099-365-6, € 15

Paolo Bertezzolo, Laura Rozza Giuntella, Il Palazzo dei baci rubati, Prefazione Marco Damilano, Gabrielli editoriLa politica è il luogo teologico della speranza, affermano a un certo punto Paolo Bertezzolo e Laura Rozza Giuntella citando il padre domenicano Marie-Dominique Chenu, nel loro romanzo che è giallo, analisi politica, intreccio psicologico, ma soprattutto, come scrive il giornalista Marco Damilano nella Prefazione al libro, il racconto dell’incontro e dello scontro tra un luogo fisicoil Parlamento, Montecitorio, il Transatlantico, la buvette, con il suo carico di ambizioni, tradimento degli ideali e delle persone – e un luogo spirituale, meno noto perché intimo, confinato negli angoli più nascosti della coscienza. Tra questi due luoghi, il Palazzo e l’anima, e in questo conflitto, salvarsi nel Palazzo senza perdere l’anima, si muovono Pico e Margherita, buffe figure di deputati-detective, persone normali elette alla Camera nel momento più drammatico della storia repubblicana, la legislatura ‘92-‘94, quella travolta dagli scandali di Tangentopoli e colpita al cuore dagli omicidi di mafia di Falcone e Borsellino e dalle stragi del ’93. È una storia di venticinque anni fa, ma sembra raccontare la politica di oggi, fotografata alla vigilia di un’altra svolta, con l’approssimarsi delle elezioni politiche 2018.

La politica attuale, a differenza del passato, continua Marco Damilano, non è più il luogo della speranza, è una landa disabitata. Resiste la coscienza di ognuno, l’impossibilità di arrendersi al disincanto, l’accettazione della realtà che è il regalo dell’età adulta, l’umiltà e il realismo. Forse si può continuare a sperare, ci suggeriscono Paolo e Laura, in un bacio (non rubato), un legame che non si spezza nelle incertezze della vita, la fede e la fiducia nell’Altro o, in ogni caso, negli altri, che è il senso del limite e la scintilla di ogni rivoluzione, comunitaria e personalista, esistenziale.

Paolo Bertezzolo, Laura Rozza Giuntella, Il Palazzo dei baci rubati, Prefazione Marco Damilano, Gabrielli editori LAURA ROZZA GIUNTELLA è nata a Milano, impegnata fin da giovane nell’associazionismo cattolico. Si è laureata in lettere moderne all’Università Statale di Milano ed è stata presidente degli universitari della FUCI. Eletta deputata con il Movimento per la Democrazia – La Rete nel 1992. Dopo questa parentesi, ha ripreso a fare l’insegnante di lettere alla scuola media. Vedova del giornalista Paolo Giuntella, attualmente vive a Roma, ha tre figli e tre nipoti che, insieme al suo lavoro di insegnante, costituiscono il suo centro di gravità.

 

 

 

Paolo Bertezzolo, Laura Rozza Giuntella, Il Palazzo dei baci rubati, Prefazione Marco DamilanoGabrielli editoriPAOLO BERTEZZOLO, impegnato a lungo nell’associazionismo cattolico, è stato prima insegnante di storia e filosofia, poi dirigente scolastico nei licei. Eletto deputato nell’XI legislatura, è tornato in seguito al lavoro e all’impegno sociale.  Ora è in pensione. È sposato, ha due figli e il nipote Tommaso, con cui fa lunghe chiacchierate e gustose risate. Ha pubblicato numerosi saggi e diversi libri. Tra questi, nel 1992, “Francesco Angeleri. Un rosminiano veronese” vincitore nel 1993 del “Premio Emilio Chiocchetti” del “Progetto Rosmini” di Rovereto e, nel 2011, “Padroni a chiesa nostra. Vent’anni di strategia religiosa della Lega Nord”. Ha pubblicato anche due romanzi con Gabrielli editori: “Il tempo della danza” (2004) e “Ester”, che ha vinto il secondo premio al concorso internazionale di letteratura “Città di Moncalieri” nel 2007.

 

 

Marco Damilano, prefazione,Paolo Bertezzolo,Laura Giuntella, Il Palazzo dei baci rubati, Gabrielli editori-

MARCO DAMILANO (Roma, 1968), giornalista, è direttore del settimanale “l’Espresso”. Tra le sue più recenti pubblicazioni, Processo al Nuovo (Laterza 2017), La Repubblica del selfie. Dalla meglio gioventù a Matteo Renzi (Rizzoli 2015). Per Laterza ha curato Missione incompiuta. Intervista su politica e democrazia (2015) di Romano Prodi ed è autore di Eutanasia di un potere. Storia politica d’Italia da Tangentopoli alla Seconda Repubblica (2012) e Chi ha sbagliato più forte. Le vittorie, le cadute, i duelli dall’Ulivo al Pd (2013). Partecipa alla trasmissione “Gazebo” su Rai 3.

 

 

Recent Posts