Musica in Villa continua, con le Sinfonie di Beethoven

L’ORCHESTRA NAZIONALE DI PADOVA E DEL VENETO SI IMPEGNA DIRETTAMENTE NELL’ORGANIZZAZIONE DI MUSICA UN VILLA
Programma 2016: le Sinfonie di Ludwig van Beethoven, primo concerto venerdì 1 luglio 2016, link al Programma

Lettera di Emilio Gabrielli, fondatore di Musica in Villa e presidente dell’Ass. Magnifica Comunità della Valpolicella

San Pietro in Cariano, 22 aprile 2016

A quanti hanno amato e sostenuto Musica in Villa; ai Sindaci e agli Assessori alla cultura della Valpolicella; a tutti gli operatori della formazione, dalle scuole alle parrocchie; a tutti coloro che hanno a cuore la formazione musicale, dalle famiglie ai cori e alle scuole di musica, a tutti gli operatori economici e alle loro associazioni… a quanti hanno a cuore il territorio

Carissimi,

il sogno che esprimevo a me stesso, già dal 1996, che la Valpolicella per raggiungere una sua comunitaria unità (Magnifica Comunità della Valpolicella) avesse bisogno di un’orchestra, sta diventando realtà.
E’ questo il frutto maturo dell’impegno ventennale di Musica in Villa, che è stata da me ideata e primariamente sostenuta dai Gabrielli editori, con il generoso ausilio logistico della Pro Loco di San Pietro in Cariano e incoraggiata da un punto di vista economico dal sempre più affezionato pubblico e da illuminati sponsor.
E’ arrivato ora il tempo, per quanto mi riguarda, di “tirare i remi in barca”, con l’intento, tuttavia, di non porre fine alla rassegna e, se possibile, di darle più forza e ampiezza. Tante possibili soluzioni si sono prospettate in queste ultime stagioni, ma nessuna che potesse rispondere alla inderogabile necessità che un’iniziativa del genere avesse di escludere qualsiasi interesse di parte. Si trattava di trovare un soggetto culturale che fosse capace di prendersi in carico il bene collettivo della Valle e della sua crescita. Parlando di questa necessità con il maestro Olaf John Laneri, che tutto il pubblico della manifestazione ha imparato a stimare, sono stato spronato a rivolgermi direttamente all’Orchestra di Padova e del Veneto.
L’Orchestra, che sta attraversando un momento di effervescente approfondimento sulle proprie finalità istituzionali, ha accettato con entusiasmo; entusiasmo che risulta evidente dalla risposta di Marco Angius, Direttore musicale e artistico dell’Orchestra, che puntualmente riporto:

Nell’assumere l’incarico di Direttore musicale e artistico di OPV, lo scorso autunno, mi sono chiesto: perché non abbiamo una “residenza estiva”, sul modello di altre orchestre che nei mesi più caldi si ‘trasferiscono’ presso festival sinfonici o d’opera? La proposta di collaborazione ricevuta di lì a poco da Emilio Gabrielli ha fornito la risposta.
Oggi, dopo vent’anni di esperienze musicali e umane condivise con il pubblico della Valpolicella, siamo entusiasti all’idea di impegnarci direttamente, sostenuti dalla Pro Loco e ispirati da Gabrielli Editori, nell’organizzazione di “Musica in Villa”.
Da parte nostra metteremo in gioco un patrimonio di mezzo secolo di attività (OPV fu fondata esattamente 50 anni fa, nel 1966), di conoscenza e di relazioni anche internazionali, per trasformare la preziosa eredità di “Musica in Villa” in un percorso musicale culturale che, complice la straordinarietà del territorio e delle ville che lo punteggiano, faccia parlare di sé ben oltre i confini del Veneto.
Insieme torneremo alle Sinfonie di Beethoven – corpus imprescindibile per tutti noi, musicisti e ascoltatori – in una sorta di “messa a fuoco” collettiva di quella che, a ben pensarci, altro non è che la nostra identità musicale più profonda, per condividere in futuro nuovi itinerari di bellezza e conoscenza.
Un saluto cordiale, in attesa di incontrarci ai concerti!

Marco Angius
Direttore musicale e artistico OPV/Orchestra di Padova e del Veneto

La parte che ho evidenziato in neretto sta a dire che l’impegno dell’Orchestra vuol andare oltre la stagione estiva e animare musicalmente tutti gli aspetti della vita della nostra comunità da quello formativo a quello della coesione culturale delle nostre comunità non dimenticando le relazioni europee e internazionali.
Chi può e ama la Magnifica Comunità della Valpolicella deve dare sostegno a questo progetto: all’Orchestra prima di tutto, ma anche alla Gabrielli editori che, proprio perché promotori di Musica in Villa, continuerà a dare stimoli e aprire nuovi orizzonti, e, infine, e non per ultima, alla Pro Loco e al suo Consorzio che nella persona del suo presidente Giorgio Zamboni e di umili e generosi cittadini/soci esprimono fattivo amore per la Valle. Questo sostegno potrà partire e diventare poi solido nell’accoglienza calda e collaborativa nei confronti di Alberto Castelli, responsabile della comunicazione per l’Orchestra.

Grazie per avermi letto fino in fondo, ma non potevo esimermi dal comunicarvi con gioia e con la dovuta completezza questo evento.
Vi attendo, quindi, numerosi ai concerti di cui all’allegato con date, orari, prezzi e luoghi (quelli già definiti).
Con affetto, un abbraccio in compagnia di Ludwig van Beethoven!

per l’Ass. Magnifica Comunità della Valpolicella
Emilio Gabrielli

Note a margine:
– Se la mia Famiglia in questi ultimi 25 anni non avesse intrapreso l’attività editoriale, non sarebbe stato possibile realizzare la rassegna di Musica in Villa. Vale dunque la pena di mettersi in contatto con le idee, le proposte e gli itinerari culturali che si esprimono nei libri e con i libri dei Gabrielli editori. Veniteci a trovare in un ambiente accogliente.
– Di conseguenza, mi preme sottolineare che questa avventura e questo servizio alla Valle non avrebbe avuto luogo senza il mio servizio politico da sindaco negli anni 1995-1999. Questo vuol dire che Musica in Villa non ci sarebbe stata senza la scelta fatta dai cittadini in quella elezione. La politica è importante e ha bisogno di maturarsi quotidianamente nella crescita di senso civico e di responsabilità con la selezione attenta dei suoi servitori. E allora non posso dimenticare il servizio volontario e continuo a questa iniziativa di cittadini come Ennio Tombola, Maria e Giulio Tommasi, Fabrizio Pasquali e la signora Mary: la loro costante collaborazione è stata di grande aiuto.
– Come per inciso manifesto un obbiettivo: questo impegno stabile dell’Orchestra di Padova e del Veneto pone l’urgenza di un auditorium adatto perché l’Orchestra, e non solo, possa esprimersi con professionalità e dignità tutto l’anno.  

note ritaglio

LINK AL PROGRAMMA e a tutte le informazioni: http://www.gabriellieditori.it/musica-in-villa-2016-il-programma/

Recommended Posts