Josep Rius-Camps (Esparreguera, 1933) è professore emerito della Facultat de Teologia de Catalunya. Dottore in Scienze ecclesiastiche orientali presso il Pontificio Istituto Orientale di Roma (1968), dove ha esercitato anche la docenza, così come all’Augustinianum di Roma e all’Università di Münster (Germania), è autore di numerosi studi, in catalano, spagnolo e inglese, di patristica (Origene, le Pseudo Clementine e Ignazio di Antiochia) e sul Nuovo Testamento (Marco, Luca, Atti degli Apostoli), per i quali ha prestato particolare attenzione al Codice Beza. È co-autore insieme a Jenny Read-Heimerdinger di un ampio commento agli Atti degli Apostoli, pubblicato in quattro volumi in inglese (T&T Clark, 2004-2009) e in due volumi in spagnolo (Verbo Divino, 2009-2010). Frutto della collaborazione con Read-Heimerdinger è anche l’edizione bilingue (greco-catalano), in una sola opera, dei due volumi degli scritti di Luca finora sempre trattati e pubblicati separatamente: Lluc, Demostració a Teòfil. Evangeli i Fets dels Apòstols segons el Còdex Beza [Luca, Dimostrazione a Teofilo. Vangelo e Atti degli apostoli] (Fragmenta, 2009 e 2012 in castigliano). Successivamente ha pubblicato: Diari de Teòfil. La demostració de Lluc (Evangeli i Fets dels Apòstols) narrada per Teòfil a la seva mare (Fragmenta 2011) e Converses amb Josep Rius-Camps (Fragmenta 2014, anche in castigliano).