Vittorino Andreoli, nato a Verona, psichiatra di fama internazionale, è stato direttore del Diparti­mento di Psichiatria di Verona – Soave ed è membro della New York Academy of Sciences. Sebbene il suo lavoro lo abbia portato in ogni parte del mondo, Andreoli si è sempre sentito legato alla sua città e alla sua lingua, il veronese, che è espressione della sua identità e delle sue radici intrise di cultura contadina. Il profilo completo dell’Autore http://www.vittorinoandreoli.it/biografia.html

Autore di innumerevoli saggi e opere di narrativa. Tra gli ultimi: Ma siamo matti, 2015, e L’uomo senza identità, 2015.