confessioni 2000

Confessioni 2000

Mihi quaestio factus sumAg. Conf. X,33,50 (Sono diventato una questioneper me stesso)

€ 25,00
COD: XXX385 Categorie: , Etichetta



ISBN: 978-88-6099-188-1
Pagine: 640
Formato: 15 x 23
Anno: 2013
Anteprima:
SKU: XXX385. Categories: , . Tag: .

Descrizione prodotto

Si può essere amati  a ottanta anni da una donna  molto più giovane? Sì. Purché gli ottanta siano solo anagrafici. E’ il caso del protagonista delle “Confessioni” che vive trasognato la splendida vicenda e, quasi rinato,  si reclina su se stesso per  afferrare il mistero di ciò che  gli sta accadendo.

La risposta è contenuta nella sua vita, nel suo essere diverso in mezzo ad una normalità rivoluzionaria ma  superficiale e asfissiante.   Dovrà dunque trovare il filo conduttore che spiega  la stranezza. Comincia un viaggio fiabesco, affascinante e talora doloroso, tenebroso, drammatico, emozionante,  attraverso gli anni, le persone, gli avvenimenti,  i paesaggi , la storia di un’esistenza non comune, consumata prima tra Abruzzo, Calabria, Puglia e Lombardia,  poi, da adulto,  in un Veneto in  vivace evoluzione economica e umana.

Qualcosa del suo segreto egli comincia a capirlo solo dopo i cinquanta. Lo intravede nel misterioso meccanismo della  sua ragione nei  recessi della quale,  da tempo ormai, sente crescere una autonomia  di movimento e di giudizio sorprendente, talora entusiasmante,  che gli  ispira pace e fiducia, ma che sempre più spesso  si rivela pericolosa. In effetti,  con frequenza allarmante,  senza minimamente volerlo, egli  entra in rotta di collisione con diverse persone abituate a non pensare, ma ad agire per stereotipi , sulla base di “verità” condivise, ricevute e metabolizzate  secondo canoni e visioni accettate  e ritenute “corrette”, magari senza colpa alcuna. Il guaio è che tali contrasti, dal mondo delle idee passano necessariamente a quello della convivenza  civile. La società “corretta”, così corriva ad ogni sorta di handicap, tende invece ad escludere i corpi “estranei” al suo pensiero unico. Sicché l’eretico diventa sgradito nel privato, ma quel che è peggio, appare “inaffidabile”  a coloro che gestiscono i  meccanismi della società civile e politica. Come minimo è opportuno che resti fuori gioco.  La sua vita comincia a traballare su ostacoli anomali, perciò imprevedibili, di cui egli avverte la maliziosità senza, o quasi, poter far nulla per pararne i colpi, anche perché,  la sua mente leale e trasparente,  non vuole crearsi vie di fuga  né cercarsi gli appoggi “giusti”. La vita attorno intanto turbina, le vicende si accavallano, beatitudini casuali e disperazioni saltuarie si alternano nel suo vivere. Col passare degli anni, però,  la sua mente, sempre più affamata di verità,  prova tedio per la pochezza del mondo che lo circonda e sente il bisogno di alzare verso l’alto il suo cannocchiale  galileiano a cercare onestamente luce sui temi  che si porta dentro da sempre,  cruciali per ogni persona: Dio, la religione in cui è nato, la sua evoluzione, l’al di là, il mistero del vivere e della sofferenza umana, l’impero delle ideologie politiche, le meraviglie e le contraddizioni della natura, i problemi della scuola e dell’educazione; la fiaba dell’amore e le mutazioni etiche dell’umanità contemporanea.  Sembra così giusto e bello cercare la verità.  Lo è.  Eppure egli pagherà  in modo assai doloroso questa sua assurda presunzione.  Ad ogni sua sgomenta osservazione eretica,  i meccanismi sociali di stritolamento si muoveranno per ridurlo al silenzio,  anche se non riusciranno mai ad  impedire  del tutto che dal silenzio si levi  qualche voce che renda giustizia alla sua rettitudine.

Manfredo Anzini è nato in Abruzzo parecchi anni fa. Vive a Verona, per sua scelta, da oltre 50 anni. Insegnante di materie classiche e Preside di Liceo, per regolare concorso nazionale, ha guidato per due decenni il CNADSI (Comitato Nazionale Difesa Scuola Italiana) ed in tale veste è stato chiamato più volte in Commissioni ministeriali e audizioni parlamentari su temi relativi alle riforme della scuola. Giornalista dagli anni ‘70, si è occupato della pagine culturali e di critica d’arte. Autore di testi scolastici (Grammatiche Italiane, Manuale di Analisi Logica), editore di testi poetici nei quali egli stesso si è cimentato (“Potermi conoscere”), ha scritto saggi critici su diversi autori di Letteratura Italiana (Vincenzo Monti, Gianna Manzini, Lionello Fiumi…). Ha fondato e diretto, in tempi diversi, due periodici mensili. Giura di avere ancora progetti nel cassetto.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.5 kg
ISBN

978-88-6099-188-1

Pagine

640

Formato

15 x 23

Anno di Pubblicazione

2013

Autore

Manfredo Anzini

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Confessioni 2000”

Scrivici

Potete inviarci una e-mail, vi risponderemo al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
celibato dono non obbligoconfinati dal duce