iniziazione al dialogo 2
iniziazione al dialogo 1iniziazione al dialogo 2

Iniziazione al dialogo e alla relazione di aiuto – 2 livello

Il volume continua la serie dei titoli promossi dal Centro Camilliano di Pastorale sul tema della educazione al dialogo e alla relazione di aiuto, ad uso specificatamente didattico all’interno dei corsi organizzati dal Centro o di gruppi similari.

€ 10,00



ISBN: 978-88-86043-519
Pagine: 112
Formato: 14 x 21
Anno: 1997
Anteprima:

Descrizione prodotto

La relazione di aiuto è un’espressione particolare dell’impegno dell’individuo a soccorrere i propri simili alle prese con i paradossi e i dilemmi della vita. Vi sono persone che, come i medici, gli infermieri, i sacerdoti, gli avvocati e i numerosi gruppi do volontari, vengono a contatto con uomini e donne sotto il peso di varie difficoltà emotive e spirituali; è certo che una relazione di aiuto è molto di più del buon senso comune o della volontà di impegnarsi a risolvere il problema degli altri. E’ necessario quindi porsi l’obiettivo di preparare queste persone alla relazione di aiuto, anche tramite strumenti come questo libro, offrendo loro le risorse di base atte a renderle capaci di accogliere, ascoltare, comprendere, rispettare le persone incontrate, accompagnandole nella soluzione dei loro problemi. Il presente volume raccoglie il lavoro proposto nel 2° livello del corso promosso dal Centro Camilliano di Pastorale sul tema dell’educazione al dialogo e alla relazione di aiuto ad uso specificatamente didattico all’interno dei corsi organizzati dal Centro o di gruppi similari.

Informazioni aggiuntive

Argomento

psicologia

Colore

grigio

ISBN

978-88-86043-519

Pagine

112

Anno di Pubblicazione

1997

Formato

14 x 21

Autore

Angelo Brusco e Silvio Marinelli

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Iniziazione al dialogo e alla relazione di aiuto – 2 livello”

Scrivici

Potete inviarci una e-mail, vi risponderemo al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
immanuel kantla chiesa e i diritti umani