Il cosmo come rivelazione (Oltre le religioni.2)

 In Senza categoria

Il seguito del percorso iniziato con il volume Oltre le religioni (Una nuova epoca per la spiritualità umana), con autori di prestigio internazionale

José Arregi – Leonardo Boff –  Ivone Gebara – Manuel Gonzalo – Diarmuid O’Murchu – José María Vigil

IL COSMO COME RIVELAZIONE

Una nuova storia sacra per l’umanità

A cura di Claudia Fanti e José María Vigil

Prefazione di Piero Benvenuti 

in collaborazione con ADISTA

pagine 240, prezzo previsto € 17, ISBN 978-88-6099-360-1  USCITA prevista 16 aprile 2018

Per la teologia, il dialogo con la scienza non è più una scelta, ma una necessità. Perché è solo nella conoscenza dell’universo e dei suoi processi che è possibile cercare risposte all’eterna ricerca da parte degli esseri umani di un significato da dare alla loro esistenza nel cosmo.

In questo libro gli autori – di prestigio internazionale, provenienti dall’Europa e dall’America del Sud – esprimono tutti la necessità di una nuova visione della natura e del cosmo, di una nuova immagine di Dio e di noi stessi, di una nuova spiritualità. Lo fanno in relazione a quel paradigma post-religionale su cui è centrato il precedente volume Oltre le religioni. Una nuova epoca per la spiritualità umana (Gabrielli 2016) di cui questo rappresenta idealmente il seguito e l’approfondimento.

La rivoluzione innescata dalle nuove conoscenze dell’universo, come afferma il teologo della liberazione brasiliano Leonardo Boff, ci consegna l’immagine di un universo autocosciente e spirituale in cui tutto è in relazione con tutto, e che – passando dall’energia alla materia, dalla materia alla vita e dalla vita alla coscienza – si sta ancora dispiegando nella creazione di unità sempre più complesse. Quella in atto è insomma, come sottolinea José María Vigil, una rivoluzione non solo scientifica ed epistemologica, ma anche spirituale, in quanto legata alla nascita di una nuova spiritualità centrata sul cosmo inteso come oikos, come “casa”, come nostra “placenta spirituale”.

Dalla Prefazione di Piero Benvenuti

“Come ben evidenziato dagli autori (di questo libro ndr), se la teologia non affronterà velocemente e con decisione il confronto dei dogmi cristiani con la cosmologia, essa rischia (e con essa il Magistero) di allontanarsi sempre più dalla realtà e di sprofondare in una obsolescenza dalla quale sarebbe difficile riemergere.
Le difficoltà oggettive e le resistenze al cambiamento saranno inevitabili, ed è possibile che alcune delle proposte qui contenute non resistano alla critica dialettica. Ma credo che l’approccio seguito dalla maggioranza degli autori sia vincente: partire dalla conoscenza scientifica del Creato e della sua evoluzione per creare una coscienza ecologica universale, seguendo le indicazioni dell’Enciclica Laudato Si’. Questo percorso ha il vantaggio di essere accettabile da tutti gli uomini di buona volontà, qualunque sia la loro cultura e tradizione e passa necessariamente per una revisione della filosofia della Natura che, abbandonando desuete divisioni (mondo minerale, vegetale e animale, materia e spirito, …), elabori una consistente ontologia delle relazioni, accettabile sia dalla scienza (soprattutto dalla scienza fisica) che dalla teologia. Questa via potrebbe essere un formidabile ponte di dialogo non solo tra scienza e fede cristiana, ma anche tra le diverse religioni mondiali, come è molto opportunamente prospettato nel testo.”

AUTORI E CURATORI

Piero Benvenuti, già Ordinario di Astrofisica all’Università di Padova, attuale segretario Generale della IAU (International Astronomical Union), già presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, membro del Cda dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana)
José Arregi, teologo basco, docente presso la Facoltà di Scienze sociali e umane dell’Università di Deusto.
Manuel Gonzalo, sacerdote marianista spagnolo attualmente residente in Argentina.
Leonardo Boff, ecoteologo e scrittore brasiliano, tra i padri fondatori della Teologia della Liberazione.
José María Vigil, presbitero clarettiano spagnolo naturalizzato nicaraguense, coordinatore della Commissione Teologica dell’Associazione Ecumenica dei Teologi e Teologhe del Terzo Mondo.
Ivone Gebara, religiosa agostiniana ed ecofemminista brasiliana.
Diarmuid O’Murchu, missionario del Sacro Cuore, teologo e psicologo sociale irlandese.
Claudia Fanti, giornalista, scrive da più di 20 anni sul settimanale Adista, collabora con “il manifesto” e con altre testate. Esperta di movimenti ecclesiali e sociali dell’America Latina e di ecoteologia.

 

Recommended Posts
Scrivici

Potete inviarci una e-mail, vi risponderemo al più presto.

0

Privacy Preference Center

Analitici

Utilizzati per avere statistiche in modo anonimo.

GAPS, NID
__utm.gif, collect, _gat, __utma, __utmb, __utmc,__utmt, __utmz, _ga, r/collect

Funzionamento Sito

Per gestire i commenti e i dati di sessione di Wordpress

comment_cookie,PHPSESSID, CookieConsent, _iub_cs-495958

Marketing

csrftoken,SESS#
fr